Stampa

Il presidente Giansanti al consiglio direttivo di Confagricoltura Venezia

COMUNICATO STAMPA DI CONFAGRICOLTURA VENEZIA - 23 maggio

MASSIMILIANO GIANSANTI, PRESIDENTE NAZIONALE DI CONFAGRICOLTURA, STAMATTINA A MESTRE.

ECCO LE PRIORITA' DEGLI AGRICOLTORI PER IL NUOVO GOVERNO: SEMPLIFICAZIONE BUROCRATICA, RIFORMA FISCALE E PREVIDENZIALE, INFRASTRUTTURE.

IN GRAVE CRISI I SETTORI DI CEREALI, LATTE E CARNE. MOLTI ALLEVAMENTI COSTRETTI A CHIUDERE.

URGENTI ANCHE NUOVE NORME PER IL CONTROLLO DEMOGRAFICO DELLA FAUNA SELVATICA

“Il nuovo Governo metta al centro dell'agenda il sostegno alle imprese agricole valorizzando i prodotti del comparto agroalimentare italiano che si distingono, per qualità, a livello internazionale. Chiediamo una riforma in materia fiscale e previdenziale e investimenti nelle infrastrutture. Soltanto così il comparto agricolo potrà essere rilanciato come merita”.
Sono queste le priorità discusse, stamattina a Mestre, da Massimiliano Giansanti, presidente nazionale di Confagricoltura, in un incontro al vertice con Confagricoltura Venezia.
Il presidente nazionale si è riunito con Lodovico Giustiniani, presidente di Confagricoltura Veneto, Giordano Emo Capodilista, membro della Giunta nazionale e Giulio Rocca, presidente di Confagricoltura Venezia. Un confronto serrato a cui hanno partecipato anche una trentina di rappresentanti degli uffici di zona diffusi sul territorio veneziano – Chioggia, Cavarzere, Mirano, Dolo, Portogruaro e san Donà – e delle diverse sezioni produttive.
“Il presidente Giansanti sta girando per le unioni provinciali per conoscere ogni realtà in modo diretto e dettagliato – ha spiegato il presidente veneziano Giulio Rocca. - Anche in vista del nuovo governo è necessario che gli agricoltori siano uniti e forti per chiedere una volta per tutte la semplificazione burocratica che aspettiamo da troppo tempo”.
Ma sul tavolo ci sono varie urgenze. “Al nuovo Governo chiediamo di sostenere le imprese sul mercato globale incrementando la competitività con misure adeguate – ha affermato Giansanti. - Vi sono settori agricoli che versano in grave crisi: latte, cereali, zucchero. Rischiamo di perdere produzioni dall'alto valore aggiunto, se non ci saranno interventi mirati al rilancio di questi comparti”.
“Molti allevamenti stanno chiudendo. A dare il colpo di grazia i prezzi sempre più al ribasso (con il prezzo del latte crollato ancora del 20 per cento; ndr) e la crisi dei consumi in particolare nel settore della carne” ha commentato Giulio Rocca.
Infine un appello che parte da Venezia ma coinvolge gli agricoltori di tutta Italia: “L'esplosione della fauna selvatica in tutto il paese richiede l'introduzione di misure urgenti per il controllo della crescita demografica di questi animali”.
Per fare il punto sullo stato dell'agricoltura nel nostro territorio, Confagricoltura Venezia dà appuntamento ai suoi 1700 soci per la consueta Assemblea che si terrà il 20 giugno.

Giansanti Mestre

UK Bookamekrs http://gbetting.co.uk Free Bets

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information